La nostra storia

La nostra storia

Consorzio per la tutela del territorio e la conservazione del sottobosco. Il nostro consorzio nasce il 7 marzo 1998, a seguito della scissione da altro ente equivalente e consta del conferimento in comune del territorio di circa 200 soci.

La notevole estensione del territorio consortile equivale a circa 3000 ettari. I suoi confini iniziano all'altezza dell'abitato di Palo e giungono fino al Monte Beigua comprendendo altresi' la strada dell'antenna e giungono fino alla localita' Dano ai confini del comune di Urbe.

I boschi che lo costituiscono sono tra i piu' belli e micologicamente fruttuosi tra quelli del territorio savonese. Prevalgono le latifoglie con il castagno e la quercia che dominano  le quote inferiori ed il faggio che forma importanti boschi alle quote superiori ( 1200 metri ) dove i funghi ( soprattutto Boletus edilius ) possono essere spesso reperiti anche  durante la stagione estiva . Il pino silvestre e quello nero ,  sono ben rappresentati ma formano boschi di estensione relativamente poco elevata.

I terreni tutelati dal consorzio sono contrassegnati da tabellature di colore giallo. Immediatamente, dal momento stesso della sua fondazione , il Consorzio si e' assiduamente occupato di tutto cio' che e' relativo alla cura del territorio su cui incide: pulizia del bosco, raccolta rifiuti, riparazioni stradali, rifacemento tombini. L'acquisizione di strumenti utili ai lavori di manutenzione stradale e del bosco a tutela, a parte due vomeri spartineve ereditati dalla precedente realta' associativa  e' rappresentata da una trinciatrice per livellare il terreno ed una cippatrice per ridurre le ramaglie in trucioli.         

CHIESETTA MONUMENTALE IN LOC. LA CARTA